Il miglior Sistema per Vincere alla Roulette

Chi Sono


LA PASSIONE PER LA ROULETTE



Avevo 10 anni, quando mio padre compro’ una di quelle roulette da casa , e con la sua compagna del tempo tirava colpi su colpi in casa alla ricerca di qualche sistema mirabolante.

La cosa simpatica era che la sua compagna era amante della cabala, dei numeri spia, e dei pieni.

Mio padre al contrario da uno prudente quale è sempre stato si divertiva ad improvvisare sistemi sulle chanche semplici, giocando delle martingale tronche , o studiando qualche disposizione che a parere suo poteva dargli qualche vantaggio.
Ogni tanto quando potevano permetterselo, si recavano al casino’ con risultati alterni ed io seguivo da lontano le loro gesta.

Mio padre aveva un approccio “apparentemente logico” ed io lo appoggiavo moralmente a proseguire , lui pero’ essendo persona impegnata e molto prudente non si spinse mai piu’ di tanto a sviscerare questo gioco.

I
l fascino verso la ruota mi prese a tal punto da cominciare la mia prima lettura … Avevo 16 anni, ed andai in edicola ad acquistare la famosa rivista di Nello Govi ” IL SISTEMISTA” , era una rivista molto interessante ricca di spunti e contenuti che affascinava chi come me era alle prime armi.

Vedevo tutti quei nomi, tutte quelle persone che scrivevano articoli, che vendevano sistemi miracolosi.. e non potevo fare altro che osservarli credendo nella possibilità di potere davvero un giorno vincere grazie a questi GURU.

Si chiamavano Massimo Murgia, Fabrizio Mauro, Diodoro, Massimo Montani, Kunz Foundation, Salese, Pagliarini, Nino Zantiflore, Paludi, solo per citarne alcuni.

Onestamente li leggevo ma non capivo piu’ di tanto, anche perchè a me mancavano i fondamentali, e non potevo fare altro che leggere quei sistemini ed applicarli alla roulette giocattolo di mio padre.

Avevo strane idee al tempo ed avevo davvero il latte alla bocca in termine roulettistico …

Fatto sta che arrivai ai miei 18 anni , ed il 07/05/1996 chiesi a mio poadre come regalo di portarmi per la prima volta al Casino’. Mio padre mi accontento’ portandomi al Sain Vincent.

Appena entrai, vidi quel lusso, quelle luci, e tantissima gente… Era davvero gremito e fumoso ( a quel tempo si fumava ancora ai tavoli) , si pagava ancora l’ingresso , ed il parcheggio costava la bellezza di 15.000 delle vecchie e amate lire.

Mio padre cambio’ 900.000 Lire, ed assieme ci recammo ai tavoli, la nostra tecnica era ” LA MARTINGALA” dopo l’apparizione di 8/9 colori consecutivi , giocando per l’interruzione della serie.

Quella sera vincemmo 350.000 Lire !!!

Sembrava un sogno, al primo ingresso vinsi subito tutti quei soldi !!! Io andavo ancora a scuola..

Avevo il sistema Vincente !!!  

Avevo scoperto quello che gli altri meno furbi di me non riuscivano a fare…
gli altri giocavano i numeri spia, le finali, i settori, mentre invece io armato di pazienza aspettavo che uno dei tabelloni preparasse le condizioni adatte al mio gioco !!

Bei tempi e bei sogni…

Abbandonai le mie letture… non mi serviva piu’ nulla, avevo già il mio supermegasistema che mi avrebbe reso ricco, milionario, e mi avrebbe fatto girare il mondo.
Le immagini viaggiavano alla velocità della luce, mi vedevo già a Las Vegas, con un bel vestito bianco, a scendere da una magnifica cadillac…

Nonostante la vittoria della prima volta, dovetti aspettare di avere la patente per tornare all’attacco…

Avevo 19 anni ormai e convinsi dei mie compagni di classe a giocare in società per vincere i soldi per le vacanze ! Era bellissimo essere cosi’ ingenui, e sprovveduti.

Partimmo nell’estate dopo l’esame di maturità per l’attacco alle case da gioco…
Vinsi in una settimana di gioco oltre 4 milioni delle vecchie Lire.

Ferie? Ma quali Ferie, con 4 milioni (eravamo in 3 a dividerceli ) avremmo fatto una vacanza in Emilia Romagna da capogiro… E cosi’ fu.

Fu un’estate memorabile, Rimini, Riccione, Coccorico’, Baia Imperiale, Spiagge Ampie, le prime vere avventure con ragazze straniere… Era meraviglioso..

Le ferie pero’ finirono e si comincio ua nuova avventura.. ” Il LAVORO VERO“.

Cosa fare con il primo stipendio? Non c’era dubbio, tutti al casino’ per moltiplicarli.. ando ‘ bene per un bel po’… ma poi venne un giorno che non dimentichero’ mai..

C’erano 4 milioni di vecchie lire su un solo colpo, tutti sul Rosso.
L’adrenalina a mille, la paura di perdere tutto, la pallina girava, con quel rumore indimenticabile sopratutto se ti giochi la vita in un colpo solo…
ZERO…!!!!!!!!

Vidi lo zero uscire, ed vidi la mia puntata di oltre 4 milioni ( 4 placche da 1 milione) andare in prigione..

L’agonia di un altro colpo…

Ricordo la faccia di Alessandro ( il mio amico fraterno compagno di tante battaglie) … bianco come il latte, si allontano’ dal tavolo.. non se la sentiva di guardare…

Il croupier lancia di nuovo, e trr……tr……tr…… non riuscivo a guardare…..trr…tr…tr….. TRENTADUE !!!

ROSSO!!!! E VAI !!! Presi la mia puntata, e chiedi al croupier di pagarmi la vincita!!! Alchè il croupier mi guarda e mi spiega che non avevo vinto, ma solo liberato la puntata…
La delusione….

Cosa fai… giochi ancora sul Rosso? Cerchi un altro Tavolo? Ti alzi e te ne vai??
Nel cervello mille pensieri, ti dici di aspettare…ma non ce la fai, sei sotto di quasi 4.000.000 di Lire, ed in un colpo solo cerchi di recuperare vincendo qualcosa.

Dentro di te un pensiero ti assale… GIOCA NERO!! Il Rosso è appena uscito, ti volti e guardi un altro tavolo,  cavoli è uscito Nero ovunque… Se avessi giocato nell’altro tavolo, se …se…se…

Le idee si fanno confuse, cosa fai? Giochi Rosso?

4 Milioni scivolano sul Rosso….

Il croupir scandisce il RIEN NE VA PLUS…  la vita ti passa di fronte in  qualche secondo…

La pallina cade… ed il croupier scandisce ” 8 Noir, Pair, Manque

Rimani a fissare il tavolo incredulo, non sai capacitarti, ti viene da piangere…mesi di fatica buttati in un attimo, i tuoi sogni di gloria svaniti nel nulla , scopri che dovrai andare a lavorare per il resto dei tuoi giorni… il ritorno verso casa con i  soldi contati per il casello dell’autostrada, e la benzina che speri non finisca …

Ero distrutto, avevo incontrato una serie INCREDIBILE (in realtà normalissima) .

Basta !! Non avrei giocato mai piu’ , basta con i Casino’ basta con la Roulette, basta..il mio futuro passava altrove..

Non fu proprio cosi’… 

Negli anni a cavallo tra il 2003 ed il 2005 feci oltre 600 ingressi al casino’…era diventata la mia principale fonte di reddito !!!

I tempi della Martingala erano alle spalle, ora avevo una conoscenza stratosferica…avevo comprato oltre 200 libri e sistemi di roulette ( Praticamente tutta la biblioteca ludologica) , conoscevo ogni metodo, libro o sistema..
L’unica cosa che non conoscevo era il PC , lo sapevo usare ma non programmare…

Vincevi, perdevi, Vincevi, perdevi… un giorno eri in grana il giorno dopo sotto un ponte…

Bella vita da professionista !!! Altro che Las Vegas e belle Donne !!!

Il 17 Luglio 2005, ecco trovarmi di nuovo di fronte al colpo della vita…
Sotto di 6.500 Euro… vado alla cassa, il bancomat non ne aveva piu’ !! passo la carta di credito.. la signora mi da i miei ultimi 1000 Euro !

ULTIMI 1000 EURO!! non avevo piu’ nulla.

Incredibile ma vero, il giocare due anni da professionista non è che mi avesse arricchito, anche perchè mi pare logico…bella vita, ristoranti, bei vestiti, orologio, bella macchina ed i soldi se ne vanno…

Se poi i sistemi che usi non sono poi cosi’ “vincenti” le cose si complicano ancora no?

Bene… Ultimi 1000 Euro , cambiati in pezzi da 200 ” Taglio Moggi” ( per chi frequenta Saint Vincent sa a cosa mi riferisco)

Hai solo piu’ mille euro, e 6.500 Euro da recuperare cosa fai??

Mile pensieri ti pervadono… giochi una sestina, una dozzina, la chances?

Via…970 Euro sulla 2° dozzina 30 euro sullo zero in pieno… e la vita ti scorre davanti agli occhi…

14 !!!!  E Vai!!! da 1000 ne hai quasi 3 mila…

Ma non è finita cosa fai? Chanches? Rimetti in pista un sistema? Magari recuperi in 20 giorni???

Via…al cambio 100 euro sullo zero e tutti i resti sulla seconda dozzina…

Non ho il coraggio di guardare…vado verso le slot… La pallina si ferma, sul tabellone vedi ancora la ruota che gira, ancora il numero sul display non si vede… guardi da lontano per capire dove verrà posizionato il bottone  che usano per indicare il pieno, cerchi le braccia..cerchi di leggere il labbiale , ” 22 Noir Pair Passe “

YESSSSSSSSSS!!!!!!!!!!

Ho Vinto!!! Comincio a realizzare , quasi novemila euro  nelle mie mani.. Poi comincio a fare i conti, e mi accordo che mi sono “giocato la vita ” per vincere solo 1.000 Euro?

Il 17 Luglio, decisi che se il professionismo era questo, avrei smesso. E cosi’ fu

Non potevo giocarmi la vita in un colpo solo !! Non era quello che volevo, ed i sistemi che adottavo forse non erano cosi’ vincenti, montanti pesantissime, selezioni dei colpi praticamente insistenti..
Migliaia di euro di rischio, per vincere qualcosina??

No grazie ! STOP

E smisi di giocare.

La passione pero’ pero’ non si spense …

Mi serviva un metodo che fosse gestibile con poco, che non mi facesse venire un infarto ed in grado di pagarmi senza sottopormi a quegli alti e bassi che distruggono il cuore e le arterie…

Da quel momento decisi di studiare sul serio ( e non che prima non lo avessi fatto, ma fu fatto su basi sbagliate) . Mi imposi di dimenticare tutto quello che avevo appreso dai libri e dagli altri , feci solo tesoro della mia esperienza e ricominciai lo studio da zero.

Ripresi tutto da zero, ricreando le basi di studio e programmando millioni e milioni di colpi…

Ad oggi credo di avere fatto eseguire centinaia di analisi  per scoprire attacchi selezionati e realizzare un sistema come si deve

Ci sono riuscito?

SI CI SONO RIUSCITO , OGGI HO IL SISTEMA CHE OGNI GIOCATORE VORREBBE NONOSTANTE ABBIA DA TEMPO ABBANDONATO IL PROFESSIONISMO.

 

Chi Sono


LA PASSIONE PER LA ROULETTE



Avevo 10 anni, quando mio padre compro’ una di quelle roulette da casa , e con la sua compagna del tempo tirava colpi su colpi in casa alla ricerca di qualche sistema mirabolante.

La cosa simpatica era che la sua compagna era amante della cabala, dei numeri spia, e dei pieni.

Mio padre al contrario da uno prudente quale è sempre stato si divertiva ad improvvisare sistemi sulle chanche semplici, giocando delle martingale tronche , o studiando qualche disposizione che a parere suo poteva dargli qualche vantaggio.
Ogni tanto quando potevano permetterselo, si recavano al casino’ con risultati alterni ed io seguivo da lontano le loro gesta.

Mio padre aveva un approccio “apparentemente logico” ed io lo appoggiavo moralmente a proseguire , lui pero’ essendo persona impegnata e molto prudente non si spinse mai piu’ di tanto a sviscerare questo gioco.

I
l fascino verso la ruota mi prese a tal punto da cominciare la mia prima lettura … Avevo 16 anni, ed andai in edicola ad acquistare la famosa rivista di Nello Govi ” IL SISTEMISTA” , era una rivista molto interessante ricca di spunti e contenuti che affascinava chi come me era alle prime armi.

Vedevo tutti quei nomi, tutte quelle persone che scrivevano articoli, che vendevano sistemi miracolosi.. e non potevo fare altro che osservarli credendo nella possibilità di potere davvero un giorno vincere grazie a questi GURU.

Si chiamavano Massimo Murgia, Fabrizio Mauro, Diodoro, Massimo Montani, Kunz Foundation, Salese, Pagliarini, Nino Zantiflore, Paludi, solo per citarne alcuni.

Onestamente li leggevo ma non capivo piu’ di tanto, anche perchè a me mancavano i fondamentali, e non potevo fare altro che leggere quei sistemini ed applicarli alla roulette giocattolo di mio padre.

Avevo strane idee al tempo ed avevo davvero il latte alla bocca in termine roulettistico …

Fatto sta che arrivai ai miei 18 anni , ed il 07/05/1996 chiesi a mio poadre come regalo di portarmi per la prima volta al Casino’. Mio padre mi accontento’ portandomi al Sain Vincent.

Appena entrai, vidi quel lusso, quelle luci, e tantissima gente… Era davvero gremito e fumoso ( a quel tempo si fumava ancora ai tavoli) , si pagava ancora l’ingresso , ed il parcheggio costava la bellezza di 15.000 delle vecchie e amate lire.

Mio padre cambio’ 900.000 Lire, ed assieme ci recammo ai tavoli, la nostra tecnica era ” LA MARTINGALA” dopo l’apparizione di 8/9 colori consecutivi , giocando per l’interruzione della serie.

Quella sera vincemmo 350.000 Lire !!!

Sembrava un sogno, al primo ingresso vinsi subito tutti quei soldi !!! Io andavo ancora a scuola..

Avevo il sistema Vincente !!!  

Avevo scoperto quello che gli altri meno furbi di me non riuscivano a fare…
gli altri giocavano i numeri spia, le finali, i settori, mentre invece io armato di pazienza aspettavo che uno dei tabelloni preparasse le condizioni adatte al mio gioco !!

Bei tempi e bei sogni…

Abbandonai le mie letture… non mi serviva piu’ nulla, avevo già il mio supermegasistema che mi avrebbe reso ricco, milionario, e mi avrebbe fatto girare il mondo.
Le immagini viaggiavano alla velocità della luce, mi vedevo già a Las Vegas, con un bel vestito bianco, a scendere da una magnifica cadillac…

Nonostante la vittoria della prima volta, dovetti aspettare di avere la patente per tornare all’attacco…

Avevo 19 anni ormai e convinsi dei mie compagni di classe a giocare in società per vincere i soldi per le vacanze ! Era bellissimo essere cosi’ ingenui, e sprovveduti.

Partimmo nell’estate dopo l’esame di maturità per l’attacco alle case da gioco…
Vinsi in una settimana di gioco oltre 4 milioni delle vecchie Lire.

Ferie? Ma quali Ferie, con 4 milioni (eravamo in 3 a dividerceli ) avremmo fatto una vacanza in Emilia Romagna da capogiro… E cosi’ fu.

Fu un’estate memorabile, Rimini, Riccione, Coccorico’, Baia Imperiale, Spiagge Ampie, le prime vere avventure con ragazze straniere… Era meraviglioso..

Le ferie pero’ finirono e si comincio ua nuova avventura.. ” Il LAVORO VERO“.

Cosa fare con il primo stipendio? Non c’era dubbio, tutti al casino’ per moltiplicarli.. ando ‘ bene per un bel po’… ma poi venne un giorno che non dimentichero’ mai..

C’erano 4 milioni di vecchie lire su un solo colpo, tutti sul Rosso.
L’adrenalina a mille, la paura di perdere tutto, la pallina girava, con quel rumore indimenticabile sopratutto se ti giochi la vita in un colpo solo…
ZERO…!!!!!!!!

Vidi lo zero uscire, ed vidi la mia puntata di oltre 4 milioni ( 4 placche da 1 milione) andare in prigione..

L’agonia di un altro colpo…

Ricordo la faccia di Alessandro ( il mio amico fraterno compagno di tante battaglie) … bianco come il latte, si allontano’ dal tavolo.. non se la sentiva di guardare…

Il croupier lancia di nuovo, e trr……tr……tr…… non riuscivo a guardare…..trr…tr…tr….. TRENTADUE !!!

ROSSO!!!! E VAI !!! Presi la mia puntata, e chiedi al croupier di pagarmi la vincita!!! Alchè il croupier mi guarda e mi spiega che non avevo vinto, ma solo liberato la puntata…
La delusione….

Cosa fai… giochi ancora sul Rosso? Cerchi un altro Tavolo? Ti alzi e te ne vai??
Nel cervello mille pensieri, ti dici di aspettare…ma non ce la fai, sei sotto di quasi 4.000.000 di Lire, ed in un colpo solo cerchi di recuperare vincendo qualcosa.

Dentro di te un pensiero ti assale… GIOCA NERO!! Il Rosso è appena uscito, ti volti e guardi un altro tavolo,  cavoli è uscito Nero ovunque… Se avessi giocato nell’altro tavolo, se …se…se…

Le idee si fanno confuse, cosa fai? Giochi Rosso?

4 Milioni scivolano sul Rosso….

Il croupir scandisce il RIEN NE VA PLUS…  la vita ti passa di fronte in  qualche secondo…

La pallina cade… ed il croupier scandisce ” 8 Noir, Pair, Manque

Rimani a fissare il tavolo incredulo, non sai capacitarti, ti viene da piangere…mesi di fatica buttati in un attimo, i tuoi sogni di gloria svaniti nel nulla , scopri che dovrai andare a lavorare per il resto dei tuoi giorni… il ritorno verso casa con i  soldi contati per il casello dell’autostrada, e la benzina che speri non finisca …

Ero distrutto, avevo incontrato una serie INCREDIBILE (in realtà normalissima) .

Basta !! Non avrei giocato mai piu’ , basta con i Casino’ basta con la Roulette, basta..il mio futuro passava altrove..

Non fu proprio cosi’… 

Negli anni a cavallo tra il 2003 ed il 2005 feci oltre 600 ingressi al casino’…era diventata la mia principale fonte di reddito !!!

I tempi della Martingala erano alle spalle, ora avevo una conoscenza stratosferica…avevo comprato oltre 200 libri e sistemi di roulette ( Praticamente tutta la biblioteca ludologica) , conoscevo ogni metodo, libro o sistema..
L’unica cosa che non conoscevo era il PC , lo sapevo usare ma non programmare…

Vincevi, perdevi, Vincevi, perdevi… un giorno eri in grana il giorno dopo sotto un ponte…

Bella vita da professionista !!! Altro che Las Vegas e belle Donne !!!

Il 17 Luglio 2005, ecco trovarmi di nuovo di fronte al colpo della vita…
Sotto di 6.500 Euro… vado alla cassa, il bancomat non ne aveva piu’ !! passo la carta di credito.. la signora mi da i miei ultimi 1000 Euro !

ULTIMI 1000 EURO!! non avevo piu’ nulla.

Incredibile ma vero, il giocare due anni da professionista non è che mi avesse arricchito, anche perchè mi pare logico…bella vita, ristoranti, bei vestiti, orologio, bella macchina ed i soldi se ne vanno…

Se poi i sistemi che usi non sono poi cosi’ “vincenti” le cose si complicano ancora no?

Bene… Ultimi 1000 Euro , cambiati in pezzi da 200 ” Taglio Moggi” ( per chi frequenta Saint Vincent sa a cosa mi riferisco)

Hai solo piu’ mille euro, e 6.500 Euro da recuperare cosa fai??

Mile pensieri ti pervadono… giochi una sestina, una dozzina, la chances?

Via…970 Euro sulla 2° dozzina 30 euro sullo zero in pieno… e la vita ti scorre davanti agli occhi…

14 !!!!  E Vai!!! da 1000 ne hai quasi 3 mila…

Ma non è finita cosa fai? Chanches? Rimetti in pista un sistema? Magari recuperi in 20 giorni???

Via…al cambio 100 euro sullo zero e tutti i resti sulla seconda dozzina…

Non ho il coraggio di guardare…vado verso le slot… La pallina si ferma, sul tabellone vedi ancora la ruota che gira, ancora il numero sul display non si vede… guardi da lontano per capire dove verrà posizionato il bottone  che usano per indicare il pieno, cerchi le braccia..cerchi di leggere il labbiale , ” 22 Noir Pair Passe “

YESSSSSSSSSS!!!!!!!!!!

Ho Vinto!!! Comincio a realizzare , quasi novemila euro  nelle mie mani.. Poi comincio a fare i conti, e mi accordo che mi sono “giocato la vita ” per vincere solo 1.000 Euro?

Il 17 Luglio, decisi che se il professionismo era questo, avrei smesso. E cosi’ fu

Non potevo giocarmi la vita in un colpo solo !! Non era quello che volevo, ed i sistemi che adottavo forse non erano cosi’ vincenti, montanti pesantissime, selezioni dei colpi praticamente insistenti..
Migliaia di euro di rischio, per vincere qualcosina??

No grazie ! STOP

E smisi di giocare.

La passione pero’ pero’ non si spense …

Mi serviva un metodo che fosse gestibile con poco, che non mi facesse venire un infarto ed in grado di pagarmi senza sottopormi a quegli alti e bassi che distruggono il cuore e le arterie…

Da quel momento decisi di studiare sul serio ( e non che prima non lo avessi fatto, ma fu fatto su basi sbagliate) . Mi imposi di dimenticare tutto quello che avevo appreso dai libri e dagli altri , feci solo tesoro della mia esperienza e ricominciai lo studio da zero.

Ripresi tutto da zero, ricreando le basi di studio e programmando millioni e milioni di colpi…

Ad oggi credo di avere fatto eseguire centinaia di analisi  per scoprire attacchi selezionati e realizzare un sistema come si deve

Ci sono riuscito?

SI CI SONO RIUSCITO , OGGI HO IL SISTEMA CHE OGNI GIOCATORE VORREBBE NONOSTANTE ABBIA DA TEMPO ABBANDONATO IL PROFESSIONISMO.

 

Chi Sono


LA PASSIONE PER LA ROULETTE



Avevo 10 anni, quando mio padre compro’ una di quelle roulette da casa , e con la sua compagna del tempo tirava colpi su colpi in casa alla ricerca di qualche sistema mirabolante.

La cosa simpatica era che la sua compagna era amante della cabala, dei numeri spia, e dei pieni.

Mio padre al contrario da uno prudente quale è sempre stato si divertiva ad improvvisare sistemi sulle chanche semplici, giocando delle martingale tronche , o studiando qualche disposizione che a parere suo poteva dargli qualche vantaggio.
Ogni tanto quando potevano permetterselo, si recavano al casino’ con risultati alterni ed io seguivo da lontano le loro gesta.

Mio padre aveva un approccio “apparentemente logico” ed io lo appoggiavo moralmente a proseguire , lui pero’ essendo persona impegnata e molto prudente non si spinse mai piu’ di tanto a sviscerare questo gioco.

I
l fascino verso la ruota mi prese a tal punto da cominciare la mia prima lettura … Avevo 16 anni, ed andai in edicola ad acquistare la famosa rivista di Nello Govi ” IL SISTEMISTA” , era una rivista molto interessante ricca di spunti e contenuti che affascinava chi come me era alle prime armi.

Vedevo tutti quei nomi, tutte quelle persone che scrivevano articoli, che vendevano sistemi miracolosi.. e non potevo fare altro che osservarli credendo nella possibilità di potere davvero un giorno vincere grazie a questi GURU.

Si chiamavano Massimo Murgia, Fabrizio Mauro, Diodoro, Massimo Montani, Kunz Foundation, Salese, Pagliarini, Nino Zantiflore, Paludi, solo per citarne alcuni.

Onestamente li leggevo ma non capivo piu’ di tanto, anche perchè a me mancavano i fondamentali, e non potevo fare altro che leggere quei sistemini ed applicarli alla roulette giocattolo di mio padre.

Avevo strane idee al tempo ed avevo davvero il latte alla bocca in termine roulettistico …

Fatto sta che arrivai ai miei 18 anni , ed il 07/05/1996 chiesi a mio poadre come regalo di portarmi per la prima volta al Casino’. Mio padre mi accontento’ portandomi al Sain Vincent.

Appena entrai, vidi quel lusso, quelle luci, e tantissima gente… Era davvero gremito e fumoso ( a quel tempo si fumava ancora ai tavoli) , si pagava ancora l’ingresso , ed il parcheggio costava la bellezza di 15.000 delle vecchie e amate lire.

Mio padre cambio’ 900.000 Lire, ed assieme ci recammo ai tavoli, la nostra tecnica era ” LA MARTINGALA” dopo l’apparizione di 8/9 colori consecutivi , giocando per l’interruzione della serie.

Quella sera vincemmo 350.000 Lire !!!

Sembrava un sogno, al primo ingresso vinsi subito tutti quei soldi !!! Io andavo ancora a scuola..

Avevo il sistema Vincente !!!  

Avevo scoperto quello che gli altri meno furbi di me non riuscivano a fare…
gli altri giocavano i numeri spia, le finali, i settori, mentre invece io armato di pazienza aspettavo che uno dei tabelloni preparasse le condizioni adatte al mio gioco !!

Bei tempi e bei sogni…

Abbandonai le mie letture… non mi serviva piu’ nulla, avevo già il mio supermegasistema che mi avrebbe reso ricco, milionario, e mi avrebbe fatto girare il mondo.
Le immagini viaggiavano alla velocità della luce, mi vedevo già a Las Vegas, con un bel vestito bianco, a scendere da una magnifica cadillac…

Nonostante la vittoria della prima volta, dovetti aspettare di avere la patente per tornare all’attacco…

Avevo 19 anni ormai e convinsi dei mie compagni di classe a giocare in società per vincere i soldi per le vacanze ! Era bellissimo essere cosi’ ingenui, e sprovveduti.

Partimmo nell’estate dopo l’esame di maturità per l’attacco alle case da gioco…
Vinsi in una settimana di gioco oltre 4 milioni delle vecchie Lire.

Ferie? Ma quali Ferie, con 4 milioni (eravamo in 3 a dividerceli ) avremmo fatto una vacanza in Emilia Romagna da capogiro… E cosi’ fu.

Fu un’estate memorabile, Rimini, Riccione, Coccorico’, Baia Imperiale, Spiagge Ampie, le prime vere avventure con ragazze straniere… Era meraviglioso..

Le ferie pero’ finirono e si comincio ua nuova avventura.. ” Il LAVORO VERO“.

Cosa fare con il primo stipendio? Non c’era dubbio, tutti al casino’ per moltiplicarli.. ando ‘ bene per un bel po’… ma poi venne un giorno che non dimentichero’ mai..

C’erano 4 milioni di vecchie lire su un solo colpo, tutti sul Rosso.
L’adrenalina a mille, la paura di perdere tutto, la pallina girava, con quel rumore indimenticabile sopratutto se ti giochi la vita in un colpo solo…
ZERO…!!!!!!!!

Vidi lo zero uscire, ed vidi la mia puntata di oltre 4 milioni ( 4 placche da 1 milione) andare in prigione..

L’agonia di un altro colpo…

Ricordo la faccia di Alessandro ( il mio amico fraterno compagno di tante battaglie) … bianco come il latte, si allontano’ dal tavolo.. non se la sentiva di guardare…

Il croupier lancia di nuovo, e trr……tr……tr…… non riuscivo a guardare…..trr…tr…tr….. TRENTADUE !!!

ROSSO!!!! E VAI !!! Presi la mia puntata, e chiedi al croupier di pagarmi la vincita!!! Alchè il croupier mi guarda e mi spiega che non avevo vinto, ma solo liberato la puntata…
La delusione….

Cosa fai… giochi ancora sul Rosso? Cerchi un altro Tavolo? Ti alzi e te ne vai??
Nel cervello mille pensieri, ti dici di aspettare…ma non ce la fai, sei sotto di quasi 4.000.000 di Lire, ed in un colpo solo cerchi di recuperare vincendo qualcosa.

Dentro di te un pensiero ti assale… GIOCA NERO!! Il Rosso è appena uscito, ti volti e guardi un altro tavolo,  cavoli è uscito Nero ovunque… Se avessi giocato nell’altro tavolo, se …se…se…

Le idee si fanno confuse, cosa fai? Giochi Rosso?

4 Milioni scivolano sul Rosso….

Il croupir scandisce il RIEN NE VA PLUS…  la vita ti passa di fronte in  qualche secondo…

La pallina cade… ed il croupier scandisce ” 8 Noir, Pair, Manque

Rimani a fissare il tavolo incredulo, non sai capacitarti, ti viene da piangere…mesi di fatica buttati in un attimo, i tuoi sogni di gloria svaniti nel nulla , scopri che dovrai andare a lavorare per il resto dei tuoi giorni… il ritorno verso casa con i  soldi contati per il casello dell’autostrada, e la benzina che speri non finisca …

Ero distrutto, avevo incontrato una serie INCREDIBILE (in realtà normalissima) .

Basta !! Non avrei giocato mai piu’ , basta con i Casino’ basta con la Roulette, basta..il mio futuro passava altrove..

Non fu proprio cosi’… 

Negli anni a cavallo tra il 2003 ed il 2005 feci oltre 600 ingressi al casino’…era diventata la mia principale fonte di reddito !!!

I tempi della Martingala erano alle spalle, ora avevo una conoscenza stratosferica…avevo comprato oltre 200 libri e sistemi di roulette ( Praticamente tutta la biblioteca ludologica) , conoscevo ogni metodo, libro o sistema..
L’unica cosa che non conoscevo era il PC , lo sapevo usare ma non programmare…

Vincevi, perdevi, Vincevi, perdevi… un giorno eri in grana il giorno dopo sotto un ponte…

Bella vita da professionista !!! Altro che Las Vegas e belle Donne !!!

Il 17 Luglio 2005, ecco trovarmi di nuovo di fronte al colpo della vita…
Sotto di 6.500 Euro… vado alla cassa, il bancomat non ne aveva piu’ !! passo la carta di credito.. la signora mi da i miei ultimi 1000 Euro !

ULTIMI 1000 EURO!! non avevo piu’ nulla.

Incredibile ma vero, il giocare due anni da professionista non è che mi avesse arricchito, anche perchè mi pare logico…bella vita, ristoranti, bei vestiti, orologio, bella macchina ed i soldi se ne vanno…

Se poi i sistemi che usi non sono poi cosi’ “vincenti” le cose si complicano ancora no?

Bene… Ultimi 1000 Euro , cambiati in pezzi da 200 ” Taglio Moggi” ( per chi frequenta Saint Vincent sa a cosa mi riferisco)

Hai solo piu’ mille euro, e 6.500 Euro da recuperare cosa fai??

Mile pensieri ti pervadono… giochi una sestina, una dozzina, la chances?

Via…970 Euro sulla 2° dozzina 30 euro sullo zero in pieno… e la vita ti scorre davanti agli occhi…

14 !!!!  E Vai!!! da 1000 ne hai quasi 3 mila…

Ma non è finita cosa fai? Chanches? Rimetti in pista un sistema? Magari recuperi in 20 giorni???

Via…al cambio 100 euro sullo zero e tutti i resti sulla seconda dozzina…

Non ho il coraggio di guardare…vado verso le slot… La pallina si ferma, sul tabellone vedi ancora la ruota che gira, ancora il numero sul display non si vede… guardi da lontano per capire dove verrà posizionato il bottone  che usano per indicare il pieno, cerchi le braccia..cerchi di leggere il labbiale , ” 22 Noir Pair Passe “

YESSSSSSSSSS!!!!!!!!!!

Ho Vinto!!! Comincio a realizzare , quasi novemila euro  nelle mie mani.. Poi comincio a fare i conti, e mi accordo che mi sono “giocato la vita ” per vincere solo 1.000 Euro?

Il 17 Luglio, decisi che se il professionismo era questo, avrei smesso. E cosi’ fu

Non potevo giocarmi la vita in un colpo solo !! Non era quello che volevo, ed i sistemi che adottavo forse non erano cosi’ vincenti, montanti pesantissime, selezioni dei colpi praticamente insistenti..
Migliaia di euro di rischio, per vincere qualcosina??

No grazie ! STOP

E smisi di giocare.

La passione pero’ pero’ non si spense …

Mi serviva un metodo che fosse gestibile con poco, che non mi facesse venire un infarto ed in grado di pagarmi senza sottopormi a quegli alti e bassi che distruggono il cuore e le arterie…

Da quel momento decisi di studiare sul serio ( e non che prima non lo avessi fatto, ma fu fatto su basi sbagliate) . Mi imposi di dimenticare tutto quello che avevo appreso dai libri e dagli altri , feci solo tesoro della mia esperienza e ricominciai lo studio da zero.

Ripresi tutto da zero, ricreando le basi di studio e programmando millioni e milioni di colpi…

Ad oggi credo di avere fatto eseguire centinaia di analisi  per scoprire attacchi selezionati e realizzare un sistema come si deve

Ci sono riuscito?

SI CI SONO RIUSCITO , OGGI HO IL SISTEMA CHE OGNI GIOCATORE VORREBBE NONOSTANTE ABBIA DA TEMPO ABBANDONATO IL PROFESSIONISMO.

 

Chi Sono


LA PASSIONE PER LA ROULETTE



Avevo 10 anni, quando mio padre compro’ una di quelle roulette da casa , e con la sua compagna del tempo tirava colpi su colpi in casa alla ricerca di qualche sistema mirabolante.

La cosa simpatica era che la sua compagna era amante della cabala, dei numeri spia, e dei pieni.

Mio padre al contrario da uno prudente quale è sempre stato si divertiva ad improvvisare sistemi sulle chanche semplici, giocando delle martingale tronche , o studiando qualche disposizione che a parere suo poteva dargli qualche vantaggio.
Ogni tanto quando potevano permetterselo, si recavano al casino’ con risultati alterni ed io seguivo da lontano le loro gesta.

Mio padre aveva un approccio “apparentemente logico” ed io lo appoggiavo moralmente a proseguire , lui pero’ essendo persona impegnata e molto prudente non si spinse mai piu’ di tanto a sviscerare questo gioco.

I
l fascino verso la ruota mi prese a tal punto da cominciare la mia prima lettura … Avevo 16 anni, ed andai in edicola ad acquistare la famosa rivista di Nello Govi ” IL SISTEMISTA” , era una rivista molto interessante ricca di spunti e contenuti che affascinava chi come me era alle prime armi.

Vedevo tutti quei nomi, tutte quelle persone che scrivevano articoli, che vendevano sistemi miracolosi.. e non potevo fare altro che osservarli credendo nella possibilità di potere davvero un giorno vincere grazie a questi GURU.

Si chiamavano Massimo Murgia, Fabrizio Mauro, Diodoro, Massimo Montani, Kunz Foundation, Salese, Pagliarini, Nino Zantiflore, Paludi, solo per citarne alcuni.

Onestamente li leggevo ma non capivo piu’ di tanto, anche perchè a me mancavano i fondamentali, e non potevo fare altro che leggere quei sistemini ed applicarli alla roulette giocattolo di mio padre.

Avevo strane idee al tempo ed avevo davvero il latte alla bocca in termine roulettistico …

Fatto sta che arrivai ai miei 18 anni , ed il 07/05/1996 chiesi a mio poadre come regalo di portarmi per la prima volta al Casino’. Mio padre mi accontento’ portandomi al Sain Vincent.

Appena entrai, vidi quel lusso, quelle luci, e tantissima gente… Era davvero gremito e fumoso ( a quel tempo si fumava ancora ai tavoli) , si pagava ancora l’ingresso , ed il parcheggio costava la bellezza di 15.000 delle vecchie e amate lire.

Mio padre cambio’ 900.000 Lire, ed assieme ci recammo ai tavoli, la nostra tecnica era ” LA MARTINGALA” dopo l’apparizione di 8/9 colori consecutivi , giocando per l’interruzione della serie.

Quella sera vincemmo 350.000 Lire !!!

Sembrava un sogno, al primo ingresso vinsi subito tutti quei soldi !!! Io andavo ancora a scuola..

Avevo il sistema Vincente !!!  

Avevo scoperto quello che gli altri meno furbi di me non riuscivano a fare…
gli altri giocavano i numeri spia, le finali, i settori, mentre invece io armato di pazienza aspettavo che uno dei tabelloni preparasse le condizioni adatte al mio gioco !!

Bei tempi e bei sogni…

Abbandonai le mie letture… non mi serviva piu’ nulla, avevo già il mio supermegasistema che mi avrebbe reso ricco, milionario, e mi avrebbe fatto girare il mondo.
Le immagini viaggiavano alla velocità della luce, mi vedevo già a Las Vegas, con un bel vestito bianco, a scendere da una magnifica cadillac…

Nonostante la vittoria della prima volta, dovetti aspettare di avere la patente per tornare all’attacco…

Avevo 19 anni ormai e convinsi dei mie compagni di classe a giocare in società per vincere i soldi per le vacanze ! Era bellissimo essere cosi’ ingenui, e sprovveduti.

Partimmo nell’estate dopo l’esame di maturità per l’attacco alle case da gioco…
Vinsi in una settimana di gioco oltre 4 milioni delle vecchie Lire.

Ferie? Ma quali Ferie, con 4 milioni (eravamo in 3 a dividerceli ) avremmo fatto una vacanza in Emilia Romagna da capogiro… E cosi’ fu.

Fu un’estate memorabile, Rimini, Riccione, Coccorico’, Baia Imperiale, Spiagge Ampie, le prime vere avventure con ragazze straniere… Era meraviglioso..

Le ferie pero’ finirono e si comincio ua nuova avventura.. ” Il LAVORO VERO“.

Cosa fare con il primo stipendio? Non c’era dubbio, tutti al casino’ per moltiplicarli.. ando ‘ bene per un bel po’… ma poi venne un giorno che non dimentichero’ mai..

C’erano 4 milioni di vecchie lire su un solo colpo, tutti sul Rosso.
L’adrenalina a mille, la paura di perdere tutto, la pallina girava, con quel rumore indimenticabile sopratutto se ti giochi la vita in un colpo solo…
ZERO…!!!!!!!!

Vidi lo zero uscire, ed vidi la mia puntata di oltre 4 milioni ( 4 placche da 1 milione) andare in prigione..

L’agonia di un altro colpo…

Ricordo la faccia di Alessandro ( il mio amico fraterno compagno di tante battaglie) … bianco come il latte, si allontano’ dal tavolo.. non se la sentiva di guardare…

Il croupier lancia di nuovo, e trr……tr……tr…… non riuscivo a guardare…..trr…tr…tr….. TRENTADUE !!!

ROSSO!!!! E VAI !!! Presi la mia puntata, e chiedi al croupier di pagarmi la vincita!!! Alchè il croupier mi guarda e mi spiega che non avevo vinto, ma solo liberato la puntata…
La delusione….

Cosa fai… giochi ancora sul Rosso? Cerchi un altro Tavolo? Ti alzi e te ne vai??
Nel cervello mille pensieri, ti dici di aspettare…ma non ce la fai, sei sotto di quasi 4.000.000 di Lire, ed in un colpo solo cerchi di recuperare vincendo qualcosa.

Dentro di te un pensiero ti assale… GIOCA NERO!! Il Rosso è appena uscito, ti volti e guardi un altro tavolo,  cavoli è uscito Nero ovunque… Se avessi giocato nell’altro tavolo, se …se…se…

Le idee si fanno confuse, cosa fai? Giochi Rosso?

4 Milioni scivolano sul Rosso….

Il croupir scandisce il RIEN NE VA PLUS…  la vita ti passa di fronte in  qualche secondo…

La pallina cade… ed il croupier scandisce ” 8 Noir, Pair, Manque

Rimani a fissare il tavolo incredulo, non sai capacitarti, ti viene da piangere…mesi di fatica buttati in un attimo, i tuoi sogni di gloria svaniti nel nulla , scopri che dovrai andare a lavorare per il resto dei tuoi giorni… il ritorno verso casa con i  soldi contati per il casello dell’autostrada, e la benzina che speri non finisca …

Ero distrutto, avevo incontrato una serie INCREDIBILE (in realtà normalissima) .

Basta !! Non avrei giocato mai piu’ , basta con i Casino’ basta con la Roulette, basta..il mio futuro passava altrove..

Non fu proprio cosi’… 

Negli anni a cavallo tra il 2003 ed il 2005 feci oltre 600 ingressi al casino’…era diventata la mia principale fonte di reddito !!!

I tempi della Martingala erano alle spalle, ora avevo una conoscenza stratosferica…avevo comprato oltre 200 libri e sistemi di roulette ( Praticamente tutta la biblioteca ludologica) , conoscevo ogni metodo, libro o sistema..
L’unica cosa che non conoscevo era il PC , lo sapevo usare ma non programmare…

Vincevi, perdevi, Vincevi, perdevi… un giorno eri in grana il giorno dopo sotto un ponte…

Bella vita da professionista !!! Altro che Las Vegas e belle Donne !!!

Il 17 Luglio 2005, ecco trovarmi di nuovo di fronte al colpo della vita…
Sotto di 6.500 Euro… vado alla cassa, il bancomat non ne aveva piu’ !! passo la carta di credito.. la signora mi da i miei ultimi 1000 Euro !

ULTIMI 1000 EURO!! non avevo piu’ nulla.

Incredibile ma vero, il giocare due anni da professionista non è che mi avesse arricchito, anche perchè mi pare logico…bella vita, ristoranti, bei vestiti, orologio, bella macchina ed i soldi se ne vanno…

Se poi i sistemi che usi non sono poi cosi’ “vincenti” le cose si complicano ancora no?

Bene… Ultimi 1000 Euro , cambiati in pezzi da 200 ” Taglio Moggi” ( per chi frequenta Saint Vincent sa a cosa mi riferisco)

Hai solo piu’ mille euro, e 6.500 Euro da recuperare cosa fai??

Mile pensieri ti pervadono… giochi una sestina, una dozzina, la chances?

Via…970 Euro sulla 2° dozzina 30 euro sullo zero in pieno… e la vita ti scorre davanti agli occhi…

14 !!!!  E Vai!!! da 1000 ne hai quasi 3 mila…

Ma non è finita cosa fai? Chanches? Rimetti in pista un sistema? Magari recuperi in 20 giorni???

Via…al cambio 100 euro sullo zero e tutti i resti sulla seconda dozzina…

Non ho il coraggio di guardare…vado verso le slot… La pallina si ferma, sul tabellone vedi ancora la ruota che gira, ancora il numero sul display non si vede… guardi da lontano per capire dove verrà posizionato il bottone  che usano per indicare il pieno, cerchi le braccia..cerchi di leggere il labbiale , ” 22 Noir Pair Passe “

YESSSSSSSSSS!!!!!!!!!!

Ho Vinto!!! Comincio a realizzare , quasi novemila euro  nelle mie mani.. Poi comincio a fare i conti, e mi accordo che mi sono “giocato la vita ” per vincere solo 1.000 Euro?

Il 17 Luglio, decisi che se il professionismo era questo, avrei smesso. E cosi’ fu

Non potevo giocarmi la vita in un colpo solo !! Non era quello che volevo, ed i sistemi che adottavo forse non erano cosi’ vincenti, montanti pesantissime, selezioni dei colpi praticamente insistenti..
Migliaia di euro di rischio, per vincere qualcosina??

No grazie ! STOP

E smisi di giocare.

La passione pero’ pero’ non si spense …

Mi serviva un metodo che fosse gestibile con poco, che non mi facesse venire un infarto ed in grado di pagarmi senza sottopormi a quegli alti e bassi che distruggono il cuore e le arterie…

Da quel momento decisi di studiare sul serio ( e non che prima non lo avessi fatto, ma fu fatto su basi sbagliate) . Mi imposi di dimenticare tutto quello che avevo appreso dai libri e dagli altri , feci solo tesoro della mia esperienza e ricominciai lo studio da zero.

Ripresi tutto da zero, ricreando le basi di studio e programmando millioni e milioni di colpi…

Ad oggi credo di avere fatto eseguire centinaia di analisi  per scoprire attacchi selezionati e realizzare un sistema come si deve

Ci sono riuscito?

SI CI SONO RIUSCITO , OGGI HO IL SISTEMA CHE OGNI GIOCATORE VORREBBE NONOSTANTE ABBIA DA TEMPO ABBANDONATO IL PROFESSIONISMO.

 

"Nunc luctus porta mi a estib ulum Etiam sem nisl auctor sit amet molestie sed pharetra a purus. Fusce massa dolor, facilisis eu sagittis elementum, porttitor id nisi. Dus vel ipsum neque."

Recent Blog Posts

Duis ligula massa consectetur a tincidunt pulvinar

dic 27, 2012

I miei Trattati Roulette

Lo studio della roulette 2.0 Sono oltre 200 anni che vari studiosi ed appassionati...

set 23, 2012

Il Sistema che Vince Sempre

Il sogno puo’ diventare realtà Oggi mi trovo a scrivere questo articolo dopo avere...

set 17, 2012

Il fattore Valuebet alla Roulette

Valuebet e Roulette  ...

More

Recent Work

Sendun ligula massa consectetur a tincidunt pulvinar

dic 27, 2012

set 23, 2012

ago 27, 2012

ago 1, 2012

set 17, 2012

set 12, 2012

set 3, 2012

ago 25, 2012

ago 18, 2012

ago 15, 2012

ago 9, 2012

Previous Next